Tutti gli articoli di Daniele Mazzola

Anche a Carvico sorgerà il primo frutteto sociale

Uno degli obiettivi del nostro programma elettorale era la ricerca di forme di utilizzo degli spazi comunali per favorire un ritorno alla terra e alla valorizzazione dei saperi agricoli.

La volontà dell’amministrazione di procedere con la piantumazione di un frutteto a scopo sociale è un primo importante passo in questa direzione.

L’opera è inoltre completamente gratuita per il Comune. La possiblità di realizzazione un’opera come questa avviene infatti grazie all’indispensabile lavoro di coordinamento di Agenda 21, associazione sovracomunale di cui Carvico fa convintamente parte.

Agenda 21 si è occupata infatti di elaborare il progetto e verificarne la fattibilità per poi proporlo ai comuni aderenti. Si conferma ancora una volta quindi il lavoro prezioso svolto dalle associazioni sovracomunali nel proporre progetti innovativi che le singole amministrazioni non avrebbero la forza di sviluppare in modo continuativo.

Il progetto sta venendo realizzato in contemporanea anche nei comunei di Boltiere e Comun Nuovo.

Sondando il terreno con le associazioni operanti sui nostri territori è stata trovata in Camminiamo Insieme l’entità interessata al frutteto e disponibile ad intraprendere un percorso di valorizzazione legato alla gestione della disabilità. L’associazione verrà seguita da un agronomo, messo a disposizione da Agenda 21, per i primi anni di vita del frutteto.

Martedì 24 Marzo,  alle ore 21h00 presso la sala del Consiglio Comunale di Carvico, verrà presentato il progetto alla cittadinanza. A seguire rinfresco offerto da Camminiamo Insieme.

Sabato 28 Marzo, alle 14h30, avrà invece inizio la piantumazione. Ad entrambe le date la popolazione è calorosamente invitata.

Le iniziative per l’8 Marzo 2015

L’Amministrazione ha voluto dare supporto e contributo per caratterizzare quest’anno l’8 marzo carvichese con due iniziative:

8 Marzo 2015La settimana dall’8 marzo

Adesione all’iniziativa “Posto Occupato”

È un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società. Questo posto vogliamo riservarlo a loro, affinché la quotidianità non lo sommerga. Qui il link al sito.

Mercoledì 4 marzo alle ore 21.00 – Presso l’Aula Consiliare di Carvico

Incontro “La Grande Guerra e le donne: I primi movimenti femminili italiani durante la prima guerra mondiale”

di e con Eleonora Dall’Ovo

Un viaggio nel tempo, tra il 1903 e il 1920, per raccontare, attraverso immagini e documenti recuperati da diversi archivi storici milanesi, storie di donne che si batterono per l’emancipazione femminile, condividendo speranze e delusioni. Un racconto appassionante che ricostruisce la condizione delle donne nella Prima Guerra Mondiale e il contributo civile-politico-sanitario che esse diedero alla Patria, non solo prendendo i posti di lavoro degli uomini impegnati al fronte, ma anche mettendo al servizio dello Stato le proprio forze in numerosissime forme di assistenza morale e sanitaria ai soldati e alle loro famiglie.

Carvico inForma: primo numero del giornalino comunale

Giornalino - 1°uscitaE’ stato distribuito in questi giorni il giornalino del Comune di Carvico dal nome “Carvico inForma“. Il giornalino è uno dei tanti canali con cui l’attuale amministrazione vuole informare i cittadini sulle scelte fatte e sulle sfide che si stanno affrontando. E’ un punto di forza avere una cittadinanza consapevole delle difficoltà e delle opportunità dell’amministrare, portatrice di critiche e suggerimenti per la migliore gestione del bene comune.

Come tutti gli strumenti, per essere efficace, deve essere bello e coinvolgente. Una parte fondamentale, al di là dei contenuti, è sicuramente la grafica dinamica che lo caratterizza,int_1 permettendone una lettura scorrevole ed ordinata.

Come per i materiali della campagna elettorale, il nostro ringraziamento va quindi a colui che ha dato, totalmente a titolo gratuito, un contributo enorme alla stesura grafica del giornalino nonché alle persone che, all’interno del nostro gruppo, ne hanno seguito scrupolosamente la realizzazione.

La presenza della pubblicità ha inoltre permesso di stampare il tutto senza spese per il Comune.
int_2
Buona lettura!

P.s. Il giornalino è stato distribuito contestualmente al calendario comunale.

Caritas, Comune e parrocchia: dall’assistenza alla cooperazione

La nuova amministrazione comunale, nello specifico il team di lavoro del sociale, ha deciso di avviare una collaborazione con la Caritas diocesana, la Caritas di Carvico e la parrocchia per riuscire a valutare in modo più completo e obiettivo le diverse situazioni di difficoltà.

Attraverso un protocollo da poco sottoscritto da tutte le parti, amministrazione comunale e servizi sociali compresi, vorremmo cercare di avviare percorsi di sostegno, ma anche di crescita e progressivo recupero di autonomia da parte di quei nuclei familiari e singoli che vivono situazioni di disagio cronico o anche solo momentaneo.

Questa scelta è stata fatta per un duplice motivo:

  • per rispondere alle forti pressioni che provengono dalla comunità di Carvico circa un’attenzione “eccessiva e ingiusta” da parte delle amministrazioni stesse, compresa quella precedente, per le fragilità legate solo ai nuclei familiari di origini non italiane, cercando di ridurre le semplici critiche e raccogliendo e utilizzando invece segnalazioni importanti e oggettive;

  • per trasformare un intervento puramente assistenziale in un progetto di vita più consapevole e volto al recupero di dignità personale e capacità progettuale per il proprio futuro.

Chi vive in contesti di difficoltà si dovrà impegnare ad intraprendere percorsi condivisi da tutte le parti sopracitate.

Vogliamo sottolineare il fatto che l’attuale amministrazione comunale intende rivolgere il suo aiuto, anche se limitato e spesso non risolutivo, a tutte le persone e a tutte le famiglie, anche a quelle, anzi soprattutto a quelle che per orgoglio, timore o rassegnazione non osano chiedere, cercando invece di ridurre al minimo interventi “assistenziali”.

Il gruppo di lavoro del sociale, inoltre, vuole valorizzare la dimensione dell’ascolto e del rispetto dei vissuti di disagio che ritiene essere il punto di partenza per il recupero di una dignità personale e di una voglia di migliorare il proprio futuro.

Evento nel Parco – Una favola di Natale

Si  sta svolgendo in questi giorni la festa “Una favola di Natale” presso il Parco del Serraglio. Un bell’appuntamento per salutare tutti assieme l’arrivo dell’Inverno delle festività natalizie.

Questo appuntamento segue l’evento estivo “Re…state nel Parco”. Entrambe le manifestazioni sono state promosse dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Carvico che si sta adoperando sin da questi primi mesi nella rivitalizzazione del Parco del Serraglio, in piena coerenza con quanto annunciato durante il nostro programma elettorale (Parco Serraglio – Un gioiello poco smagliante).

Una favola di Natale

Carvico e Villa d’Adda: gestione associata. L’unione fa la forza!

Due importati delibere sono state approvate in consiglio comunale:

La delibera 55/2014 –  Convenzione di segreteria: con la quale il segretario comunale diviene il medesimo per i Comuni di Carvico, Villa d’Adda e Sotto il Monte;

La delibera 56/2014 – Convenzione per la gestione associata: con la quale si creano uffici intercomunali per la gestione delle funzioni comunali tra Carvico e Villa d’Adda.

La gestione in forma associata della funzione e dei servizi comunali  consiste nella creazione formale di un’unico ufficio intercomunale per ognuna delle funzioni fondamentali dei comuni (es. polizia municipale, ragioneria, ufficio tecnico, anagrafe, ecc…).

La gestione associata costituisce quindi una opportunità di razionalizzazione, di economicità e di sinergia che questa amministrazione ha inteso cogliere: permetterà agli uffici di strutturarsi meglio, specializzarsi e garantire un miglior servizio per i due Comuni.

I Comuni di Villa d’Adda e Carvico costituiranno quindi uffici unici intercomunali per la gestione in convenzione di tutte le funzioni comunali ad eccezione dell’assistenza sociale che rimane invece in vigore con Sotto il Monte. Aver approvato inoltre che il Segretario comunale sia il medesimo sui tre comuni agevolerà la gestione ottimale degli uffici.
Questo è il primo passo formale da cui scaturiranno, nei prossimi mesi, le reali sinergie organizzative. Per approfondire è possibile fare riferimento alle delibere citate ad inizio articolo.

Illuminazione pubblica carvichese: iniziata la trasformazione a LED

Riqualificazione LED2014Il costo dell’illuminazione pubblica carvichese è stato, sino ad oggi, di circa 120.000€ l’anno.

Siamo intervenuti (delibera di consiglio comunale 54/2014) su questo capitolo di spesa così oneroso con l’obiettivo di ridurne i costi. In poco meno di sei mesi di lavoro, partendo da zero perchè nulla era stato preparato dalla precedente amministrazione, è stato raggiunto un accordo con Enel Sole, riassumibile in tre punti:

  • Acquisizione da parte del Comune di quel 55% di illuminazione pubblica di proprietà di Enel Sole;
  • Allacciamento di questo 55% ai quadri elettrici di distribuzione comunale;
  • Sostituzione di 311 corpi illuminanti a Vapore di Mercurio (i più vecchi e meno efficienti) con corpi illuminanti LED di ultima generazione.

Obiettivi raggiunti

La volontà dell’amministrazione e la disponibiltà di Enel Sole hanno permesso di raggiungere in tempi rapidissimi i seguenti obiettivi:

  • Una illuminazione pubblica interamente, al 100%, di proprietà comunale;
  • La stipula di un unico contratto di manutenzione (invece dei due precedenti);
  • La gestione di unico contratto di energia (un’unica bolletta invece delle due precedenti);
  • La semplificazione amministrativa nella gestione dei contratti e del bilancio;
  • La riduzione dell’inquinamento luminoso verso l’alto;
  • La riduzione delle emissioni di gas serra (più di 100MWh/anno risparmiati);
  • La riduzione dei consumi di energia e di costi di manutenzione per una totale di 36.000 €/anno.

https://i1.wp.com/www.enel.com/en-GB/img/innovations/smart_grids/archilede_high_performance2_308.jpgIntervenendo sul 40% dell’illuminazione pubblica carvichese si è ottenuto una riduzione dei consumi del 30%, pari a 36.000€/anno di risparmio.

Le risorse liberate grazie a questo intervento rimarranno a bilancio e potranno essere utilizzate per istanze di carattere sociale, culturale e per il decoro urbano.

Prossimi passi

Come lista continueremo a dare supporto all’amministrazione per procedere, anno per anno, all’ammodernamento del restante 60% di corpi illuminanti per arrivare ad una illuminazione pubblica interamente a LED, con ulteriore risparmio per le casse comunali, riduzione dei consumi, dell’inquinamento luminoso e delle emissioni di CO2, coerenti con il nostro programma elettorale (qui).