Ambiente ed ecosostenibilità


C’è qualcuno seduto all’ombra oggi perché qualcun altro ha piantato un albero molto tempo fa – Warren Buffett

Nei cinque anni di amministrazione abbiamo lavorato molto sulla riduzione dei consumi energetici, investendo nell’ecososteniblità: abbiamo coibentato edifici, sostituito generatori di calore, sostituito auto a combustibile fossile con auto elettriche, installato impianti fotovoltaci ed altro ancora [per un elenco dettagliato vedi la pagina “Le cose fatte“]. Abbiamo inoltre portato avanti iniziative di valorizzazione degli spazi verdi urbani grazie alla creazione degli orti, del frutteto sociale e a numerose piantumazioni.

Nell’ultima parte dello scorso mandato abbiamo iniziato ad occuparci della parte più strettamente ambientale, grazie alla partecipazione al progetto Arco Verde. Vorremo, per il prossimo mandato, concentrare le energie su quest’ultima parte. Di seguito le nostre proposte.

Proposte Ecososteniblità

  • Coibentazione scuola dell’Infanzia: come fatto per le Scuole Primarie e Secondarie, vorremmo procedere alla coibentazione della Scuola dell’infanzia, rendere omogenea l’estetica delle scuole ed installare schermature solari per migliorare la condizioni di comfort primaverile. Sarà nostra intenzione installare inoltre un secondo impianto fotovoltaico e dotarlo di batterie elettriche;
  • Parco auto elettriche: dopo la positiva esperienza del primo mezzo elettrico per la polizia municipale, proseguire alla completa conversione del parco auto comunale ed incentivare la diffusione dei mezzi elettrici tra gli operatori del territorio.

Proposte Ambiente

  • Torrente Grandone, un’alternativa al cemento: la cementificazione del Torrente Grandone ha più di settant’anni. Il cemento con cui è stato imbrigliato il torrente inizia ormai a dare segnali di deterioramento ed è quindi necessario intervenire. La nostra proposta è di cogliere questa occasione per studiare forme di riqualificazione del letto del torrente che possano unire decoro urbano ad elementi di naturalità come strutture in legno, pietra e sassi;
  • Parco Monte Canto e Bedesco: è nostra volontà strutturare la gestione del Parco completando il legame con il Parco regionale dei Colli di Bergamo dedicando un capitolo del bilancio al Monte Canto. Grazie alla presenza del Parco, in questi anni si sono portati sul territorio comunale oltre 60.000 € di finanziamenti, come il Progetto Arco Verde;
  • Alberature parcheggi, 500 piante in 5 anni: Carvico dispone di 74.686 metri quadrati di parcheggi. La quasi totalità di questi è realizzata in asfalto e non prevede alberature. La nostra proposta è quella di dotare gradualmente la maggior parte di questi parcheggi di alberature, utilizzare materiali permeabili ed esteticamente più decorosi dell’asfalto così da permettere al terreno di assorbire le piogge, ridurre le isole di calore estive e migliorare la qualità del paesaggio;
  • Estensione Parco Serraglio: in questi anni di amministrazione abbiamo lavorato per capire come poter conciliare l’apertura al Parco con la messa in sicurezza della Cascina Badalina. La nostra proposta consiste nel demolire le parti non originali della cascina, restaurando invece il corpo più antico ed aggiungere così al Parco Serraglio ulteriori 3.500mq di spazi verdi.